10 strategie per catturare i tuoi followers con un post

Riuscire a far affezionare i followers ai nostri Social Media

Essere presenti sui Social è l’architrave di ogni moderna Strategia di Comunicazione & Marketing. Niente di nuovo fin qua, direte. Allo stesso modo bisogna anche saper comunicare che spesso significa saper scrivere nel modo più consono (e coinvolgente) a seconda del canale che utilizziamo. Svolgere il ruolo di Social Media Manager non significa di per sé essere anche uno scrittore. Il lato positivo è che per creare contenuti intriganti e di ottima qualità sui Social non è necessario avere un premio Pulitzer in bacheca o reinventare la storia del Copywriting. Andiamo a scoprire alcuni accorgimenti per creare un contenuto di rilievo per conquistare i cuori dei nostri followers!

 

Ogni post o intervento che pubblicate è una immagine riflessa della vostra azienda: quindi un post scadente (per non dir peggio) susciterà automaticamente una simile reazione verso il vostro Brand. Ecco perché l’accuratezza quando si scrive sui Social Media è un requisito imprescindibile oltre all’abilità di condensare il maggior valore possibile in poche righe, la consistenza e il saper coinvolgere i lettori. Inoltre, dato che ogni Network ha le sue peculiarità, cosa funziona su Twitter può essere un fiasco su Linkedin o viceversa.

comporre-post-social-network

10 suggerimenti per comporre un post capace di coinvolgere il pubblico sui vari Social Network

 

LUNGHEZZA DEI POST

Qual è la lunghezza giusta di un post? Ogni singolo Social Network consente di scrivere messaggi di diversa lunghezza. Ad ogni modo ciò che è consentito non coincide sempre ed esattamente con quello che è più giusto fare. Seppur non esistano regole rigide, diverse ricerche hanno stabilito dei tratti comuni e linee guida a cui attenersi in linea di massima.

 

  • Twitter. Come noto la lunghezza massima di un Tweet è di 140 caratteri (al netto di allegati vari, dopo il cambiamento apportato recentemente). Tuttavia la lunghezza ideale si assesta tra i 70 e i 100 caratteri con un uso di Hashtags misurato (non più di uno o due). Seguite le pratiche consigliate da Twitter for Business in modo da sfruttare al massimo le potenzialità della piattaforma.
  • Facebook. Il limite di Facebook non è un problema, andando oltre i 63mila caratteri. Tuttavia ogni post viene spezzato dopo i primi 400 caratteri (in pratica un “Altro” verrà visualizzato in coda al post). Tuttavia i post più performanti e che ottengono più approvazione non oltrepassano di solito gli 80 caratteri.
  • Linkedin. Il limite per ogni aggiornamento di stato è di 600 caratteri. Il numero di parole per post ideale, in base ai riscontri degli utenti, si aggira attorno alle 25 parole anche se ci rivolgiamo ai consumatori. Nel caso si voglia utilizzare Pulse per contenuti più ampi e approfonditi il limite passa a 1900 parole.
  • Google +. La lunghezza ideale di un post dovrebbe assestarsi sui 60 caratteri (la media generale è invece intorno ai 156). L’Headline dovrebbe essere anche più conciso, una sorta di “teaser” contenuto in una riga, in modo da invogliare i lettori a leggere oltre.
lunghezza-post-social-network

Una panoramica riassuntiva sulla lunghezza del post ideale sui vari Social Network

BRAND STYLE

Mantenere lo stile del tuo contenuto univoco nel corso del tempo può essere difficoltoso. Delineare alcuni standard da seguire può risultare utile al fine di garantire al Brand un marchio sempre riconoscibile e distintivo.

  • Prolilo del tuo audience. Per chi state scrivendo? Cosa stanno cercando i vostri followers? A quali problemi stanno cercando soluzione?
  • Voce e tono del Brand. Scegliere come la “voce” del Brand dovrebbe suopnare (seria, professionale, divertente, provocatoria, autorevole etc..)
  • Suddivisione dei messaggi (e contenuti). Non tutti i contenuti che produrrete devono obbligatoriamente andare su tutti i canali Social. E’ funzionale suddividere i messaggi in maniera appropriata e stabilire la piattaforma di condivisione.
  • Mission Statement. Qual è lo scopo e il motivo dell’esistenza del Brand stesso? Cosa vi porta ad agire sui Social Media?

 

TIPS & TRICKS

Ogni Social, come già ampiamente ribadito, ha i propri segni distintivi e linee guida. Ad ogni modo, vi sono alcune buone pratiche che possono trovare applicazione su tutti i networks.

 

Utilizza un tono di voce “attivo”

L’uso di frasi con un tono attivo produce un maggiore coinvolgimento da parte dei lettori. Questa metodologia fa maggiormente uso di verbi improntati all’azioni che incoraggino il lettore a fare altrettanto, mentre un tono passivo è più descrittivo ma anche più piatto e meno stimolante.

 

Metti il tuo audience in prima fila

L’uso di una seconda persona (singolare per rivolgersi direttamente al singolo, plurale per dare un senso di comunità ) è un metodo infallibile per evitare di essere autoreferenziali e porre l’interesse dei destinatari al centro dell’attenzione.

 

Evitare messaggi troppo orientati alla vendita ed insistenti

Almeno quando si scrivono post social organici è bene evitare di suonare troppo auto-promozionali. Le inserzioni pubblicitarie sono concepite per promuovere (e possibilmente vendere) i propri prodotti o servizi, dunque non causeranno irritazione nei visitatori. Ma lo scopo dei post organici è diverso ed è quello di informare, intrattenere, divertire o comunque creare un legame con la tua comunità. Ciò non toglie che in modo sottile non possiate promuovere il vostro Brand, sottolineando l’importanza di un aspetto o incoraggiando l’audience a mettersi in azione (senza necessariamente suonare come un Sales Pitch!)

 

Perché qualcuno dovrebbe condividerlo?”

La risposta a questa domanda si trova nei diversi motivi per cui le persone sono propense a condividere i contenuti in cui si imbattono. Che in sintesi sono 5.

  • Condividere contenuti che ritengano utili per i loro stessi followers. In parole povere ciò significa produrre contenuti che siano utili, degni di attenzione e interessanti. L’obiettivo è quello di fornire un benefit tangibile e alcuni format rodati quali “Come fare a..” oppure “10 Motivi per..” possono essere il segreto per ottenere un’approvazione Social di rilievo.
  • Permettano di esprimere la loro personalità. Ogni qual volta qualcuno si accinge a condividere qualcosa sui propri profili o canali, la domanda più spontanea (e forse inconscia) è: “Questo contenuto rispecchia ed è in linea con la mia identità?”. L’utilizzo di uno strumento come la Buyer Persona  può rivelarsi magico per allineare i contenuti con lo spirito e personalità del vostro audience.
  • Sentirsi connessi agli altri. I Social Network sono basati interamente sul costruire relazioni e connessioni. Le persone amano condividere contenuti che le facciano sentire parte di una comunità, di qualcosa di più grande o che possa permettergli di cominciare un dialogo con altri.
  • Esprimere le proprie convinzioni e sposare cause. Non scopro certo l’acqua calda nel rivelarvi che le persone amano condividere le loro opinioni sui Social Media. Se non è troppo sconveniente o controverso, suggerisco sempre di supportare una causa. Questo articolo di “Greenpeace – Save The Arctic” centra perfettamente lo scopo poiché promuove una buona causa (protezione del suolo antartico da trivellamenti), usa un linguaggio attivo e positivo, rimanda ad un link dove l’utente può mettersi in azione e contribuire.
condivisione-contenuti-social-media

Condividere contenuti che abbiano rilevanza per i propri followers è importante per ottenere un engagement maggiore

Correlazione tra il messaggio del post e la pagina di destinazione

Se il post che scrivete indirizza ad una pagina esterna, assicuratevi che vi sia un collegamento logico tra ciò che scrivete sul post e la landing page su cui il lettore atterrerà. In pratica il contenuto della pagina dovrà essere un approfondimento di ciò che è stato anticipato nel post. Una volta raggiunta la pagina, per il lettore deve essere subito chiara la relazione tra l’headline e ciò che si trova di fronte: evitate come la peste il click-bait per evitare sia penalizzazioni sia la furia dei followers!

 

Stimolare la curiosità

Il post è solo un aggancio: non c’è bisogno di rivelare ogni dettaglio! Vedetelo come l’headline di un articolo su una rivista. Scrivete in un modo che inviti le persone a cliccare per saperne di più: lasciate dei dettagli senza risposta, rendendo implicito che le spiegazioni arriveranno una volta che si è cliccato sul link.

 

Legame tra contenuto visivo e del post

Allo stesso modo, se state postando un immagine o un contenuto visivo, fate in modo che ci sia una connessione ben visibile e chiara con il post. Sia il contenuto del post che l’immagine devono essere amalgamati e comunicare all’unisono un singolo, inequivocabile messaggio. Questo post di “Save the children – Italia” rappresenta un esempio coi fiocchi!

social-media-contenuto-post-immagine

Allineare il testo con l’immagine è fondamentale per lanciare un messaggio uniforme ai followers

 

Chiarezza e sinteticità

La maggioranza degli utenti Social scorrono velocemente le loro newsfeed dunque è molto più probabile che un post breve e vibrante catturi maggiormente l’attenzione rispetto a paragrafi prolissi e verbosi. Sebbene non sia una regola fissa (soprattutto su Facebook dove a seconda dell’argomento trattato è possibile dilungarsi un po’ di più) , mantenersi su una media di un paio di frasi è una buona prassi per evitare di postare cose sconclusionate e poco allettanti. Un po’ di esercizio è necessario ma alla fine prenderete le misure su come scrivere il solito messaggio eliminando parole superflue!

 

Quante di questi metodi state mettendo in pratica e quali altre alternative siete soliti usare per conquistare i vostri followers? Sono curioso di conoscere i vostri segreti :)